Category Archive Wertheim am Mein

Le sfide della scuola professionale al nuovo mondo del lavoro: l’economia 4.0

L’incontro del 27 aprile aveva come obiettivo approfondire  la conoscenza del sistema scolastico tedesco e in particolare il sistema duale attraverso un confronto con le nostre  recenti  esperienze nel campo dell’istruzione e della  formazione. In Germania, gli studenti che hanno completato la scuola dell’obbligo e vogliono imparare un mestiere o una professione cercano un’impresa, un’azienda del settore prescelto con cui firmare un contratto di apprendistato per tre anni. Con questo contratto lo studente si presenta alla scuola professionale che fornisce le conoscenze generali e le competenze specifiche necessarie per una preparazione complessiva adeguata  poi certificata dall’esito positivo dell’esame finale.

Nel nostro sistema scolastico,  pur non essendo  previsto un percorso di questo tipo, in questi ultimi anni varie iniziative a livello del MIUR e del Ministero del Lavoro hanno prodotto strumenti diversi   per rafforzare il collegamento  tra la scuola e il mondo del lavoro: la legge 107 del 2015 con l’obbligo dell’alternanza scuola-lavoro in tutti i tipi di scuola superiore, il sistema degli Istituti tecnici Superiori (ITS), l’Agenzia ANPAL,  il progetto Garanzia Giovani.

 Interessanti sono stati  gli apporti   di tutti i partecipanti al dibattito che hanno affrontato la tematica in oggetto da molteplici punti di vista ma è risultato basilare l’ampio intervento di Manfred   Breuer, Preside del Berufliches Schulzentrum di Wertheim, che  ha trattato  delle sfide che la scuola professionale deve affrontare oggi per affrontare i rapidi cambiamenti in atto nel mondo del lavoro e delle risposte che ha dato il suo istituto. Il Preside ha sottolineato come l’economia 4.0 sia  solo un aspetto dell’automazione, digitalizzazione, collegamento in rete , processi che inevitabilmente  si estenderanno a tutti i campi : commercio, amministrazione, medicina, lavoro; “Vita 4.0” è il nome   adatto a questo processo.  Parlando del commercio 4.0, nel 2017 in Germania la percentuale del commercio on-line è stata del 10% ma non possiamo prevedere cosa succederà nel prossimo futuro cioè se i piccoli commercianti avranno i mezzi per tenersi al passo con questa tendenza e quali saranno le conseguenze per il mercato del lavoro e per la società.  .Secondo uno studio dell’Associazione degli Ingegneri Tedeschi un altro fenomeno in espansione è quello della stampa in 3D,  che sta moltiplicando i suoi campi di applicazione , così come pure la robotica e la bionica,  i  cui potenziali sviluppi sono incredibili e non facilmente prevedibili.  La collaborazione robot-uomo,  robot  con  robot, sistemi antropomorfi, intelligenza artificiale, riconoscimento delle emozioni rappresentano alcuni aspetti dell’attuale ricerca che ha come obiettivo  la creazione di robot economici, flessibili, intuitivi, che potranno essere impiegati non solo nell’industria, ma anche nell’assistenza sanitaria e sociale e nella gestione della casa,robot capaci di prendere decisioni e di collaborare con gli umani in attività complesse.

Nella scuola , oggi, si sente sempre di più la necessità di affrontare questi temi. Dietro la parola “Economia 4.0 si nasconde il futuro della produzione industriale, la “smart factory”, che significa collegamento in rete di tutti i processi, delle apparecchiature e delle macchine. Già in alcuni settori dell’industria e dei servizi , come nell’industria automobilistica ,si possono vedere i primi risultati di tali innovazioni: dalla catena di montaggio escono veicoli altamente personalizzati, pezzi unici predisposti secondo i desideri dei clienti. Anche per gli ordini on-line si vede già quello  che è il punto di forza dell’economia 4.0: il processo di ordine e di consegna si svolge in modo automatico e una automazione così radicale non può che avere effetti enormi sul mondo del lavoro con cui si rapporta  la scuola professionale.

Poiché la società deve confrontarsi con questi  rapidi cambiamenti  cercando di affrontarli in tutti i loro aspetti , per il prossimo anno scolastico 2018/2019 la scuola Berufliches Schulzentrum  ha scelto il motto “Vita 4.0”, per andare oltre la digitalizzazione, automazione e collegamento in rete e passare alle domande di carattere sociologico ed etico.  

Per il Preside ,è  ormai una necessità confrontarsi con questi processi in modo consapevole e proattivo e chiedersi come si possa  trasmettere agli allievi  come ( soprav)vivere in un mondo del lavoro 4.0: strategie per la manutenzione preventiva, processi di produzione ottimizzati, gestione del consumo di energia, , automazione moderna e processi di economia aziendale più efficienti sempre più a portata di mano per gli studenti e futuri lavoratori. Si possono intraprendere processi di ricerca autonoma e anche pensare a lavori di ricerca in collaborazione con le imprese.

Per questo il Berufliches Schulzentrum di Wertheim  ha proposto un “Accordo sulle competenze” in cui le imprese e le istituzioni della regione lavorano insieme su queste tematiche. La messa in funzione del nuovo “Smart Lab” e la firma dell’Accordo sulle Competenze prevede l’impegno congiunto di rappresentanti dell’economia, della politica e della scuola e ha l’obiettivo  di riempire il tema “4.0”  di vita, in modo tale che i giovani siano preparati a ciò che li aspetta non solo nel lavoro ma anche nella vita privata .

 

 

Wertheim am Mein

Wertheim am Mein