A Wertheim un articolo su 'Sega la vecchia'

A Wertheim un articolo su ‘Sega la vecchia’

                                                            

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 3 persone

Zerteilen der Alten“ ist ein alter Brauch in der Fastenzeit

” Sega la vecchia “è un’antica usanza Quaresimale
questo è il titolo di un articolo pubblicato da Von Klaus von Lindem sul giornale locale di Wertheim su informazioni inviate da Mariella Baldinelli .
Sebbene le restrizioni per il Corona determini anche la vita quotidiana a Gubbio – o forse proprio a causa di questa restrizione – molti ricordano le antiche tradizioni del periodo quaresimale prima della Pasqua. Un’usanza che all’inizio suona un po’ bizzarra è “Sega la vecchia” – un’usanza coltivata in Umbria e riportata in vita anche a Gubbio.
Mariella Baldinelli, membro attivo della partnership Gemellaggi Gubbio, ha inviato questo rapporto:
“Sono sicura che tu sappia che l’Italia, come nazione tradizionalmente cattolica, segue la tradizione della Quaresima – o Quaresima in italiano. E lo sapevi che gli italiani in molte regioni ‘hanno tagliato’ a metà le donne anziane con questa tradizione? Infatti a metà dei 40 giorni di Quaresima usiamo “segare la vecchia” dividere a metà “la vecchia signora”. Prepariamo una torta a forma di vecchia che rappresenta la Quaresima , che tagliamo a metà.
La tradizione è di origine pagana, il vecchio (e il cattivo) viene rimosso, la vecchia quercia (in passato) viene abbattuta per riflettere il processo di invecchiamento della natura per interrompere e avviare un nuovo inizio. Nella tradizione cristiana, l’usanza rappresenta il raggiungimento della metà della via della penitenza a Pasqua, che consiste nei sacrifici “. Al termine della sua relazione, Mariella Baldinelli esprime la speranza:” Nonostante le restrizioni, guardiamo fiduciosi al futuro e proviamo, essere forti.

 

You must be logged in to post a comment